Come togliere il make-up

Togliere il make-up dopo un’intensa giornata di lavoro o una pazza serata in discoteca deve essere un passo fondamentale prima di andare a letto.

Truccarsi rappresenta un impegno quotidiano per tantissime persone: rende la pelle più luminosa, aiuta a mascherare le brutte occhiaie violacee sotto gli occhi e dona un colorito salutare a chi è particolarmente pallido.

Ma oltre a mettere brillantini vari, sfoderare pennelli e pennellini, blush, fondotinta e mascara, lo step da non dimenticare mai è lo struccaggio.

Rimuovere il trucco è il primo passo per effettuare una skincare corretta e efficace, infatti, giornalmente la nostra pelle entra in contatto con:

  • polvere,
  • particelle varie,
  • inquinamento,
  • grasso,
  • residui di trucco
  • cellule morte

che otturano i pori e contribuiscono a generare imperfezioni. Togliere il make-up aiuta a pulire la pelle del viso in profondità aiutandoci a rendere il nostro incarnato radioso e fresco.

Esistono vari modi per struccarsi nel modo corretto, vediamoli nel dettaglio.

Doppia detersione

La doppia detersione è un metodo entrato in voga relativamente da poco. Consiste, appunto, in due passaggi:

  1. massaggiare il viso con un olio che scioglie il trucco
  2. eliminare l’olio e il trucco (pasticciato) massaggiando con un detergente schiumogeno e sciacquare con acqua.

L’olio può essere un latte detergente, un burro struccante, una crema detergente o un vero e proprio olio naturale, l’importante è che sciolga tutto il make up.

Il detergente schiumogeno non è il classico sapone, ma un detergente specifico per il viso.

La doppia detersione rappresenta un ottimo modo per togliere il make-up perchè l’olio scioglie il sebo e la schiuma lo porta via.

Olio + panno in microfibra

La combo olio e panno struccante in microfibra è una buona idea se si vuole anche effettuare una mini esfoliazione.

Il primo step consiste sempre nel sciogliere il trucco con un olio che poi verrà rimosso con un panno in microfibra inumidito.

Questo tessuto rimuove in primis make up e olio, ma anche lo strato più esterno della pelle effettuando una microesfoliazione.

Se avete una pelle delicata è consigliabile ricorrere a questo metodo una volta a settimana per non stressare molto la cute.

Acqua micellare

La scelta dell’acqua micellare è sicuramente l’opzione più veloce, infatti con un unico gesto è possibile struccare tutto il viso e grazie alle molecole che la compongono non occorre risciacquare dopo averla applicata.

Anche in questo caso l’utilizzo è molto semplice dato che occorre inumidire dei dischetti struccanti con il prodotto e poi concentrarsi sulle singole zone del viso.

I dischetti struccanti possono essere in cotone e sono usa e getta oppure realizzati con materiali lavabili come il bambù. Prediligendo uno stile di vita sempre più green, i dischetti riutilizzabili sono la scelta perfetta, infatti, dopo averli utilizzati basta metterli in lavatrice per farli tornare puliti e pronti a essere utilizzati ancora e ancora e ancora!