Come togliere scritte e loghi dalle foto con gimp?

Come togliere scritte e loghi dalle foto?

Il marchio o filigrana nelle immagini digitali, sono etichette semi-trasparenti che di solito identificano un detentore del copyright di quell’immagine. 

A volte il ritocco di una filigrana è l’ultima risorsa per riportare una foto o un’immagine nel suo stato naturale. 

Questo potrebbe tornare utile, ad esempio, se hai perso l’immagine originale e ne hai solo una copia con una filigrana. 

Quindi, come lo faresti? Normalmente, apriresti un editor di immagini e dipingi scrupolosamente l’etichetta pixel per pixel, risultando in ore e ore di lavoro noioso e noioso!

Ecco come è possibile rimuovere una filigrana da un’immagine in 3 semplici passaggi:

GIMP è il famoso programma fotoritocco free open source e multipiattaforma. Si tratta di un’ottima applicazione con strumenti molto potenti.

L’installazione è semplice e simile su ogni piattaforma; per macOS e Windows basta andare sul sito, scaricare l’eseguibile e a download concluso lanciarlo e seguire la procedura.

Su Linux dipende dalla distribuzione ma si trova in genere su tutti i repository base quindi basta cercarlo nel gestore di pacchetti.

GIMP e rimozione di loghi e scritte da immagini

Una volta eseguita l’installazione, si può passare all’uso degli strumenti di correzione.

Per eliminare le scritte e i loghi anche qui bastano pochi step:

  • cliccare sull’immagine da modificare con il tasto destro e nel menu contestuale che appare scegliere “Apri con” e poi “GIMP”
  • una volta aperta l’immagine su GIMP, cliccare nella barra laterale sullo “Strumento cerotto“
  • subito sotto nel pannello “Opzioni strumento”, è possibile regolare la forma e la grandezza del pennello
  • subito dopo si può intervenire sull’ immagine selezionando l’area dove è presente la scritta o il logo da togliere
  • la procedura può essere ripetuta per ottenere un risultato ottimale
  • una volta soddisfatti si può conservare l’immagine ripulita andando sul menu “File” e poi sulla voce “Salva”